Dating? Che paura! Single italiani sempre più insicuri, gli appuntamenti diventano phygital e sempre più slow

Oltre la metà dei single italiani si dice ormai stufo di conoscere nuove persone esclusivamente online e il 42% dichiara di voler continuare a usare le app di dating ma con un giusto mix tra appuntamenti fisici e virtuali In aumento ansia e paura della...




Dating? Che paura! Single italiani sempre più insicuri, gli appuntamenti diventano phygital e sempre più slow

  • Oltre la metà dei single italiani si dice ormai stufo di conoscere nuove persone esclusivamente online e il 42% dichiara di voler continuare a usare le app di dating ma con un giusto mix tra appuntamenti fisici e virtuali
  • In aumento ansia e paura della solitudine, ma i single riscoprono il valore dell’ “andarci piano”: un single su tre in Italia sostiene infatti di avere imparato a fissare gli appuntamenti in modo più consapevole rispetto a prima

Uscire con qualcuno per un primo appuntamento era già un’esperienza stressante prima del 2020, ma mai come ora i nuovi incontri sono diventati motivo di ansie e preoccupazioni. A oltre un anno dall’inizio della pandemia di Covid-19, Once, app pioniera dello slow dating, fa un punto della situazione con Fabienne Kraemer, psicologa francese ed esperta di relazioni, che analizza i dati dell’ultima indagine che l’app ha rivolto ai propri utenti per capire le ansie e i timori dei single di oggi.

Single italiani sempre più esasperati

Oltre la metà dei single italiani si dice ormai stufo di conoscere nuove persone esclusivamente online e il 36,5% dichiara di essere fisicamente affaticato dalla sola prospettiva di interagire sempre tramite uno schermo. Non solo, un single su tre in Italia ha smesso del tutto di cercare attivamente l’anima gemella.

“La consapevolezza che l’altro può essere ‘pericoloso’ e potenzialmente contagioso ha placato l’urgenza del contatto fisico. Non ci tocchiamo più senza pensarci, e questo ha già cambiato molte cose”, commenta la dottoressa Kraemer.

Anche il dating diventa phygital

Nonostante le restrizioni, c’è ancora l’opportunità di incontrare nuove persone online e il 42% dei single italiani intervistati pensa di voler continuare a conoscere le persone in questo modo anche in futuro, ma con un giusto mix tra appuntamenti fisici e virtuali.

Un single su cinque (20%) ritiene che conoscersi meglio virtualmente prima di passare all’incontro di persona sia la soluzione migliore e il 31% dichiara inoltre di prendersi più tempo e di avere imparato a fissare gli appuntamenti in modo più consapevole rispetto a prima.

“Un bilanciamento tra mondo virtuale e reale sarà probabilmente il futuro degli appuntamenti, come già avviene per altri ambiti dal lavoro allo sport” spiega la dottoressa Kraemer. “Nell’ultimo anno abbiamo scoperto l’aspetto facilitante del virtuale nel rapporto con gli altri in generale, e il futuro sarà misto anche a livello di relazioni sentimentali. La relazione con l’altro non è definita solo da un incontro fisico, c’è un’intera connessione da mettere in atto che può benissimo avvenire in un primo momento anche a distanza e in modo ‘epistolare’, come avveniva in passato quando incontrare l’amato era difficile a causa delle distanze fisiche”.

Le nuove ansie: solitudine e paura del contatto

L’indagine rivela che la paura della solitudine è aumentata, lo dichiara il 60% dei single intervistati. Tuttavia in Italia un single su quattro (24%) si dice più fiducioso rispetto al futuro da quando sono cominciate le vaccinazioni.

“Gli sviluppatori delle app di dating devono rendersi conto che il loro utilizzo non porta solo a un possibile incontro sessuale, ma fornisce soprattutto la possibilità di trovare qualcuno che pensa a noi. E questo è già molto. Che un’app ti aiuti a sentirti meno solo è già molto, anche se l’incontro fisico non avviene. Questa potrebbe essere una direzione da prendere”, conclude la dottoressa Kraemer.


Scritto da: · Data aggiornamento: 26 Aprile 2021

Potrebbe interessarti...