Cambio pneumatici invernali o dispositivi antisdrucciolevoli omologati, come le catene da neve

Anche le auto vanno preparate al cambio di stagione. Tra pneumatici e catene da neve, per poter circolare senza il rischio di sanzioni c’è tempo fino al 15...





Cambio pneumatici invernali o dispositivi antisdrucciolevoli omologati, come le catene da neve

Anche le auto vanno preparate al cambio di stagione. Tra pneumatici e catene da neve, per poter circolare senza il rischio di sanzioni c’è tempo fino al 15 novembre. I rischi per chi non si adegua? Sanzioni da 41€ a 168€ nei centri abitati e da 84€ a 335€ fuori dai centri abitati. L’eventuale decurtazione di 3 punti sulla patente e il fermo del veicolo fino a quando non si rispetti la normativa.

Il maltempo è ufficialmente arrivato, insieme al vero cambio degli armadi, alle nuove nuances di make-up e alle regole per viaggiare su strada. Il 15 novembre, infatti, arrivano anche alcuni obblighi che spesso sfuggono all’attenzione di molti automobilisti.

Per sfidare la preparazione delle donne al volante e sfatare i cliché che le vedono impreparate, il portale di annunci di auto AutoScout24 (www.autoscout24.it) ha cercato di fare chiarezza sulla normativa, tutelando così la sicurezza e il “portafogli”.

Occorre, infatti, non solo munirsi di cappotti, maglioni e cappelli, ma per poter viaggiare su determinate strade anche degli pneumatici invernali o di dispositivi antisdrucciolevoli omologati, come le catene.

Cosa prevede la direttiva del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti?

A livello generale, fuori dai centri abitati, nelle zone interessate da particolari condizioni climatiche, gli enti proprietari o concessionari di strade possono indicare i tratti stradali in cui vi è l’obbligo di installare pneumatici invernali oppure, in alternativa, di avere a bordo dispositivi antisdrucciolevoli idonei alla marcia su neve e ghiaccio, come le catene da neve. Il periodo indicato va dal 15 novembre 2017 al 15 aprile 2018, ma sono tante le eccezioni a livello regionale o provinciale, sia per quanto riguarda la durata sia le strade interessate.

A questo link http://www.pneumaticisottocontrollo.it è possibile trovare alcune le informazioni relative alla sua città o regione, ma è consigliabile chiedere informazioni presso le autorità locali.

E per chi non si adegua? Se la normativa è “elastica”, meno lo è per chi dopo il 15 novembre verrà trovato in “difetto”. Quindi, tutti avvisati, è l’ora di chiamare il gommista per un appuntamento, per non rischiare di vedersi arrivare una sanzione tutt’altro che leggera – da 41€ a 168€ nei centri abitati e da 84€ a 335€ fuori dai centri abitati – oltre che l’eventuale decurtazione di 3 punti sulla patente e il fermo del veicolo fino a quando non si rispetti la normativa.


Scritto da: · Data aggiornamento: 9 novembre 2017

Potrebbe interessarti...