Little Nemo e Winsor McCay: i protagonisti del nuovo doodle Google di oggi

WINSOR MCCAY GOOGLE DOODLE: LITTLE NEMO – Il mondo onirico è il punto centrale di tutta la produzione di Windsor McCay, fumettista ed illustratore statunintense,...





WINSOR MCCAY GOOGLE DOODLE: LITTLE NEMO – Il mondo onirico è il punto centrale di tutta la produzione di Windsor McCay, fumettista ed illustratore statunintense, che fu attivo nel panorama artistico americano a cavallo fra il 1800 ed il 1900. Non ebbe molta fama in vita, ma dopo il suo decesso, la critica inizio a capire la complessità e l’intensità dei suoi lavori, curati in maniera maniacale e con una precisa passione per i colori vivaci, tanto che alcuni critici arrivarono a dargli un valore addirittura superiore a Freud per la capacità di leggere fra le pieghe sociali del ‘900.

Fra le sue creazioni, la più famosa fu “Little Nemo“, una striscia di fumetti, comparsa per la prima volta nel 1905 sul New York Herald: la storia parla di un bimbo americano di circa 5 anni che nei suoi sogni parte alla ricerca della Principessa di Slumberland, in italiano “il Paese del dormiveglia”, per poter con lei viaggiare in mille avventure.

Assieme a lui nel fumetto altri due personaggi centrali: Flip Flap, un uomo con il sigaro che nonostante l’iniziale ostilità nei confronti di Little Nemo, diventerà presto il suo migliore amico ed Imps, un indigeno di colore, capace di risvegliare il bambino dai sui sogni. Il risveglio è una cifra stilistica di questo fumetto, poichè viene sempre rappresentato in modo rocambolesco nell’ultima vignetta della striscia.

Dopo la morte di Winsor McCay, “Little Nemo” divenne un cult, tanto che ci fu persino un’esposizione dei lavori al Metropolitan Museum of Arts di New York. Google ha deciso di celebrare questo importante personaggio e la sua principale creazione dedicandogli il nuovo doodle.


Scritto da: · Data aggiornamento: 15 ottobre 2012

Potrebbe interessarti...