Le favorite per la Coppa del Mondo 2018 di calcio

Come durante ogni estate che si rispetti, una competizione sportiva smuove il mondo intero. Quest’anno tocca alla ventunesima edizione della Coppa del mondo...





Le favorite per il mondiale 2018

Come durante ogni estate che si rispetti, una competizione sportiva smuove il mondo intero. Quest’anno tocca alla ventunesima edizione della Coppa del mondo di calcio, che si giocherà in Russia fino al 15 luglio, data della finalissima di Mosca. Tale evento è da sempre il più popolare del mondo, visto il ruolo del calcio come sport supremo e principale fuoco di attenzione degli appassionati di tutto il mondo. In ogni angolo del globo tanti sono i tifosi che si radunano davanti a una televisione per poter guardare le partite della loro nazionale, così come tanti sono coloro che si sono recati in Russia per poter sostenere da vicino i propri beniamini.

Ma, come ogni mondiale, ci sono delle squadre che sono viste come le assolute favorite alla vittoria finale di questa competizione. Sebbene non abbia iniziato con il piede giusto per via del pareggio contro la Svizzera, il Brasile è una delle squadre con più possibilità di vincere. Sia per la rosa della quale dispone il tecnico Tité sia per l’esperienza, ma anche per il peso della maglia verdeoro, i brasiliani sono dei candidati importanti e punteranno alla vittoria con ogni mezzo. Dopo una pessima Coppa America nel 2016 e l’esonero di Dunga, Tité è stato abilissimo a rimettere in piedi una squadra depressa, puntando sul talento di Neymar Jr e su quello di giovani rampanti, oltre a dare rilancio a elementi come Thiago Silva e Fernandinho. Il bel gioco mostrato nelle qualificazioni al mondiale, dove il Brasile è arrivato primo con quattro giornate di anticipo, ha fatto vedere a tutti come i verdeoro siano tornati ai bei tempi.

La presenza di un portiere come Alisson, di un terzino come Marcelo e di un centravanti come Gabriel Jesus ha dato a Neymar i complici perfetti per provare a vincere il sesto mondiale.

Dietro il Brasile si piazza la Spagna, che nonostante sia stata fermata dal Portogallo nel primo match dopo un 3-3 fatto di andirivieni continui, gioca il miglior calcio di tutti. Il tecnico Fernando Hierro, arrivato sulla panchina spagnola dopo l’esonero di Julen Lopetegui, punta sulla vecchia guardia composta da Ramos, Piqué e Iniesta, oltre che sull’estro dei vari Silva, Isco e Thiago, componenti di un centrocampo creativo e abilissimo nel tenere la palla e dominare la partita. Il bel gioco e l’idea di calcio offensivo proposta dagli iberici sono una realtà da non escludere nella corsa alla coppa del mondo.

Leggermente meno possente sembra essere la Francia, che trascinata da Antoine Griezmann e Paul Pogba ha avuto ragione dell’Australia nel primo match ma ha palesato limiti di gioco e attenzione importanti. Squadra giovane ma inesperta, quella di Didier Deschamps dà comunque l’impressione di potersela giocare con tutti. La Germania è, almeno per ora, la più grande delusione. Dopo aver perso la prima partita contro il Messico, gli uomini di Joachim Low dovranno subito riprendersi per convalidare il loro status di campioni in carica. E lo stesso dovrà fare l’Argentina, fermata dall’Islanda sull’1 a 1 all’esordio.


Scritto da: · Data aggiornamento: 21 giugno 2018

Potrebbe interessarti...