Rimborsi Agenzia delle Entrate: è Boom di truffe online e phishing

Una vera e propria esplosione di false mail che promettono finti rimborsi dell’Agenzia delle Entrate e che giungono sui nostri indirizzi di posta elettronica....





Rimborsi Agenzia delle Entrate: è Boom di truffe online e phishing.

Una vera e propria esplosione di false mail che promettono finti rimborsi dell’Agenzia delle Entrate e che giungono sui nostri indirizzi di posta elettronica. È questo l’ennesimo allarme lanciato dalla Polizia Postale, che con un post pubblicato sulla pagina Facebook “Commissariato di PS On Line – Italia” ha rilanciato l’allerta già comunicata dall’Agenzia delle Entrate stessa.

Più volte abbiamo segnalato i problemi connessi al phishing, un tipo di truffa effettuata sulla rete attraverso la quale un malintenzionato cerca di ingannare la vittima convincendola a fornire informazioni personali, dati finanziari o codici di accesso, fingendosi un ente affidabile in una comunicazione digitale.

Tante volte abbiamo invitato gli utenti della rete a prestare la massima attenzione. Ma la miriade di questo tipo di comunicazioni c’induce a segnalare l’allarme per come denunciato dalla stessa Agenzia delle Entrate e rilanciato dalla Polizia Postale con la seguente comunicazione con tanto di screenshot della tipica mail truffaldina:

“Attenzione alle #email #truffa sui rimborsi fiscali.

L’Agenzia delle Entrate raccomanda di cestinare le false comunicazioni. Nuovi tentativi di #phishing ai danni di alcuni cittadini che hanno ricevuto, via e-mail, false notifiche di #rimborsi #fiscali in nome dell’#Agenzia delle #Entrate”.

“Nel messaggio di posta elettronica, che contiene il logo dell’Agenzia, si informa di un presunto tentativo di rimborso non andato a buon fine e si invita ad accedere al proprio portale per elaborare manualmente la procedura. A tale scopo, viene chiesto di aggiornare le informazioni del proprio account accedendo a un link contenuto nel testo della e-mail”.

È bene ricordare, quindi, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, che l’Agenzia delle Entrate non invia comunicazioni via email relative ai rimborsi. Peraltro, è lo stesso ente a comunicare sul proprio sito www.agenziaentrate.gov.it nella sezione “Come sono pagati i rimborsi” le modalità corrette per ricevere un rimborso fiscale.

Nel caso siate comunque incappati nella frode potrete rivolgervi agli esperti della associazione tramite i nostri contatti email info@sportellodeidiritti.org o segnalazioni@sportellodeidiritti.org per valutare immediatamente tutte le soluzioni del caso per evitare pregiudizi.


Scritto da: · Data aggiornamento: 31 luglio 2018

Potrebbe interessarti...