Visitare la Toscana attraverso i suoi vini

Insieme alla torre pendente di Pisa e agli Uffizi di Firenze una delle cose ha rendere famosa la Toscana in tutto il mondo è sicuramente il suo vino. Pregiato,...

Visitare la Toscana attraverso i suoi vini

Insieme alla torre pendente di Pisa e agli Uffizi di Firenze una delle cose ha rendere famosa la Toscana in tutto il mondo è sicuramente il suo vino. Pregiato, apprezzato, ed esportato il vino è una vera propria ricchezza per il territorio di questa regione e da qualche tempo è diventato anche un forte propulsore per il turismo della Toscana.

Sono sempre di più infatti i visitatori che ogni anno si spostano dalle mete classiche del turismo, come le città d’arte, per visitare borghi incantevoli incastonati nella natura e per degustare vini locali.

In questo articolo vi conduciamo per un itinerario alla scoperta di questi incantevoli luoghi dove il tempo sembra essersi fermato attraverso i loro paesaggi, ma soprattutto i loro vini.

Montalcino è uno splendido borgo dominato da una Rocca del 1361 e che offre un panorama mozzafiato che si può ammirare dalla rocca e che affaccia sul Monte Amiata e su tutta la Val d’Orcia. Tipico di questo borgo è il Brunello di Montalcino, un Sangiovese in purezza dal colore rosso rubino tendente al granato e dal sapore asciutto, leggermente tannico, armonico e persistente.

Montepulciano è invece un borgo arroccato su un colle pieno di palazzi rinascimentali, chiese e scorci suggestivi. Da Montepulciano è possibile ammirare la Val d’Orica e la Val di Chiana e la campagna circostante ricoperta di vigneti. Qui si produce il Vino Nobile di Montepulciano prodotto con uve minimo 70% Sangiovese e 20% Cannaoiolo. Il Nobile di Montepulciano è un vino rosso rubino dal profumo intenso e floreale e dal sapore asciutto ed equilibrato.

Proseguiamo il nostro viaggio spostandoci in Maremma, più precisamente a Scansano. Il centro di questo borgo si trova a 500 metri di altezza sulle Colline dell’Albegna e del Fiora.

Qui è gradevolissimo passeggiare a piedi e si potranno visitare luoghi di interesse come la chiesa di San Giovanni Battista, il Convento di Santa Maria delle Grazie, il Palazzo del Podestà e quello Pretorio. Questo borgo è famoso per il suo vino DOCG Morellino di Scansano, un vino rosso rubino dal profumo vinoso e intenso e dal sapore asciutto, caldo e lievemente tannico.

Giugngiamo dunque a Castelfalfi, un borgo che si trova a poco più di un’ora da Firenze. Il borgo, sormontato da una rocca dalla quale si può ammirare un panorama mozzafiato, è racchiuso in una splendida tenuta nella quale si produce vino e che può essere visitata insieme alle cantine dove questo viene fatto invecchiare. Fiore all’occhiello del borgo è il vino toscano Poggio alla Fame IGT 2013 prodotto a Castelfalfi. Un altro sangiovese in purezza, un vino di grande struttura e fine al palato caratterizzato dal contrasto tra acidità e tannino.

Concludiamo il nostro itinerario con San Gimignano un borgo che domina la Val d’Elsa e conserva intatto il proprio aspetto tardo medievale e la struttura dei borghi in età medioevale. San Gimignano è la patria della Vernaccia, un vino bianco molto pregiato prodotto con vitigno Vernaccia per almeno il 65%. La vernaccia è un vino bianco dal colore giallo paglierino, dal profumo fruttato e floreale, fresco e armonico al palato.


Autore

Potrebbe interessarti...