Strage Parigi: doppio blitz, uccisi i killer e diversi ostaggi

FRANCIA - Due operazioni distinte, a Dammartin e Parigi, hanno portato rispettivamente all'uccisione dei fratelli Kouachi e di un altro terrorista.

Charlie Hebdo

PARIGI – Si è conclusa circa un’ora fa la lunga giornata di paura e ansia della Francia, stretta attorno alle forze di polizia impegnate nella cattura dei killer responsabili del massacro nella sede del giornale satirico “Charlie Hebdo“.

Intorno alle 17:00 infatti un blitz dei corpi speciali francesi ha portato all’uccisione dei fratelli Kouachi, ovvero i killer della strage di Parigi. I due si erano asseragliati a partire da questa mattina in una tipografia di Dammartin, piccolo borgo a nord della capitale transalpina. Con loro anche un ostaggio, il 27enne proprietario della tipografia Michel Catalano. Dopo diverse ore di stallo i due terroristi sono usciti dall’edificio sparando con i kalashnikov all’indirizzo delle teste di cuoio pronte ad irrompere.

L’ostaggio è stato tratto in salvo, diversamente da alcuni ostaggi rimasti invece vittima di Amedy Coulibaly e della sua complice Hayat Boumedienne.

L’uomo è responsabile dell’uccisione di una poliziotta avvenuta ieri, fatto che all’inizio era apparso slegato dal massacro nella sede di “Charlie Hebdo”. Questa mattina Coulibaly insieme alla sua complice avrebbe fatto irruzione in un supermercato di Parigi in zona Port De Vincennes, prendendo con sè diversi ostaggi. Pochi minuti dopo il blitz di Dammartin una seconda operazione dei corpi speciali ha portato ad uno scontro a fuoco con Coulibaly. L’attentatore è rimasto ucciso, così come almeno quattro dei suoi ostaggi, mentre la donna sua complice è riuscita a fuggire. In questo momento le autorità stanno stabilendo la dinamica dei fatti, per chiarire il numero di ostaggi presenti e se questi siano stati effettivamente uccisi da Coulibaly prima dell’irruzione della polizia.

Alle 20:00 è inoltre atteso un discorso del presidente francese Hollande che sarà trasmesso in diretta televisiva sulle reti francesi e di tutto il mondo.


Autore

Potrebbe interessarti...