Shock in Palestina: ucciso neonato palestinese con il fuoco, si teme la vendetta

Un bebè palestinese di 18 mesi è morto nella notte tra giovedì e venerdì in un incendio doloso nel villaggio di Duma nei pressi di Nablus, in Cisgiordania....

Un bebè palestinese di 18 mesi è morto nella notte tra giovedì e venerdì in un incendio doloso nel villaggio di Duma nei pressi di Nablus, in Cisgiordania. Rimasti gravemente feriti la madre e il fratello di 4 anni che sono stati ricoverati in rianimazione.

Il padre ha ustioni sull’80% del corpo. Sulle pareti della casa è stato scritto in ebraico: “Vendetta” e “Viva il Messia”.

Secondo alcuni testimoni quattro individui, da loro ritenuti coloni ebrei, hanno lanciato bottiglie incendiarie. La situazione resta molto tesa e ora si teme un’escalation dalle conseguenze gravi. Quanto è accaduto, osserva Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” con l’assalto alla famiglia araba è un segnale preciso. Una caccia all’uomo alla quale bisogna replicare per dire «no alla violenza, no al razzismo e no alla vendetta.


Autore

Potrebbe interessarti...