Scienza Futuro: cambiarsi gli occhi naturali con quelli bioprinted tecnologicamente avanzati

EYE Mhox: azienda italiana spera di commercializzare occhio sintetico. In futuro le persone potrebbero sostituire i loro occhi naturali con quelli bioprinted tecnologicamente...

Scienza Futuro: cambiarsi gli occhi naturali con quelli bioprinted tecnologicamente avanzati

EYE Mhox: azienda italiana spera di commercializzare occhio sintetico. In futuro le persone potrebbero sostituire i loro occhi naturali con quelli bioprinted tecnologicamente avanzati. Non più difetti visivi e nelle versioni più avanzate anche “social”.

Non sono solo protesi sociologicamente intese. L’ultima notizia è il clamoroso passo fatto da uno studio di design generativo denominato MHOX da parte di ricercatori italiani che sperano, se tutto andrà bene, che già a partire da gennaio 2027 l’occhio sintetico potrebbe essere disponibile in tre modelli.

Il modello base Eye Heal offrirà funzionalità standard a coloro che hanno perduto in tutto o in parte la vista a causa di una malattia o di un trauma.

Il modello intermedio Eye Enhance potenzierà la vista fino a 15/10 e consentirà di applicare dei filtri per avere una visione in bianco e nero, ad esempio, o magari sperimentare cosa significa essere daltonici. In questa visione del futuro, l’attivazione dei filtri potrebbe avvenire attraverso l’ingestione di un’apposita pillola.

Il modello top sarà denominato Eye Advance e oltre alle dotazioni degli altri due modelli consentirà di registrare la propria esperienza visiva e persino di condividerla attraverso un collegamento wi-fi. Sempre una pillola, consentirebbe di  attivare entrambe le funzionalità.

Una nuova speranza in campo medico che per Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, sembra una scoperta fantascientifica, ma che è riportata su alcune riviste scientifiche internazionali e che quindi aspettiamo fiduciosamente.


Autore

Potrebbe interessarti...