Vaccino antinfluenzale: l’allarme sulla sicurezza dei farmaci è dilagato in tutta Italia

SALUTE NEWS – Farmaci difettosi. Aifa, stop all’uso di un lotto del medicinale BISOLVON 2 mg della ditta BB Farma Srl. Le conseguenze sulle ultime...

SALUTE NEWSFarmaci difettosi. Aifa, stop all’uso di un lotto del medicinale BISOLVON 2 mg della ditta BB Farma Srl. Le conseguenze sulle ultime notizie del vaccino antinfluenzale stanno provocando reazioni a catena. Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa di sportellodeidiritti.org.

Oggi l’ennesimo allarme sulla sicurezza dei farmaci è dilagato in tutta Italia. L’Agenzia Italiana del Farmaco ha vietato l’utilizzo del medicinale BISOLVON 2 mg con decorrenza immediata. La soluzione è un medicinale di AUTOMEDICAZIONE che è usato per “curare disturbi lievi e transitori facilmente riconoscibili e risolvibili” senza ricorrere all’aiuto del medico. Può essere quindi acquistato senza ricetta ed è indicato nel “trattamento delle turbe della secrezione” (per esempio presenza di tosse e catarro) nelle affezioni respiratorie acute e croniche.

Un comunicato dell’AIFA, l’Agenzia Italiana del Farmaco è eloquente. “A seguito della comunicazione della ditta concernente risultati fuori specifica per contenuto di principio attivo e di conservante, ai sensi de|l’art. 70 del D. L.vo 219/2006 e per la motivazione sopra evidenziata, comunicasi, il ritiro da parte della ditta del medicinale “BISOLVON 2 mg/ml SOLUZIONE ORALE FLACONE 40 ml”, AIC n.

038285019, lotti n. 933065A scad. 30/11/2014, n. 933067A scad. 30/11/2014, n. 13125/LA scad. 29/02/2016, n. 131255A scad. 29/02/2016, n.131256A scad. 29/02/2016, n. 2311188 scad. 28/02/2017, n. 231119A scad. 28/02/2017, n.231120B scad. 28/02/2017, ditta BB Farma Srl, sita in Samarate (VA), Viale Europa 160. Resta inteso che, nelle more del ritiro, i Iotti sopra riportati non potranno essere utilizzati. La ditta BB Farma Srl dovrà assicurare l’avvenuto ritiro entro 48 ore dalla ricezione della presente comunicazione. Il Comando Carabinieri per la Tutela della Salute è invitato a verificare l’avvenuto ritiro e, in caso di mancato adempimento da parte della ditta interessata, procederà al sequestro dei lotti del medicinale”.

In virtù di tale comunicazione, Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, raccomanda ai pazienti in trattamento con il medicinale di verificare il numero di lotto e, nel caso corrispondesse a quello ritirato, di sospenderne l’uso e di rivolgersi al proprio medico per una nuova prescrizione. Sempre al medico di famiglia gli assistiti potranno rivolgersi per ottenere qualunque tipo di chiarimento sul provvedimento e per avere maggiori informazioni sui motivi che hanno portato al ritiro dal mercato del BISOLVON 2 mg/ml.


Autore

Potrebbe interessarti...