Richiami Auto: Maserati richiama le vetture Quattroporte GTS

La Casa automibilistica italiana ha richiamato la Maserati Quattroporte GTS per scongiurare il rischio di incendio

Richiami Auto: Maserati richiama le vetture Quattroporte GTS

La Casa automibilistica italiana ha richiamato la Maserati Quattroporte GTS per scongiurare il rischio di incendio che potrebbe divamparsi per un corto circuito nel vano motore. Dopo il richiamo della Ferrari California T, un altro provvedimento adottato per la sicurezza, questa volta in seguito alla segnalazione dell’Agenzia per la sicurezza e la Politica dei Consumatori di Germania.

Il problema sarebbe collegato ad un errore di fabbricazione che potrebbe causare un corto circuito nel cavo principale tra lo starter e il generatore. Il richiamo tecnico in officina è stato predisposto dalla Casa auto e diramato dal RAPEX nel suo ultimo bollettino del 25 dicembre. L’organo di controllo della Commissione europea sulla sicurezza dei beni non alimentari ha diffuso i dettagli del richiamo comunicati da Maserati.

La nota n° 9 – A12/1670/15 riporta che le grandi berline Quattroporte GTS prodotte dal il 2013 e 2014 potrebbero incendiarsi per un corto circuito provocato dai cavi elettrici.

Secondo quanto riportato dal RAPEX il rischio di incendio è persiste anche quando l’auto viene lasciata incustodita. La casa auto, ha precisato di non essere a conoscenza di incidenti.

Nell’attività a tutela dei consumatori e dei proprietari o possessori di veicoli a motore, lo “Sportello dei Diritti” ancora una volta, grazie al servizio che svolge monitorando tutti i richiami tecnici per l’eliminazione di difetti di produzione o di progettazione riguardanti la sicurezza che interessano i veicoli circolanti, anticipa in Italia l’avvio di procedure di tal tipo da parte delle multinazionali automobilistiche anche a scopo preventivo, poiché non sempre tutti coloro che possiedono una vettura tra quelle indicate vengono tempestivamente informati. È necessario, quindi, spiega Giovanni D’Agata presidente dello “Sportello dei Diritti”, prestare la massima attenzione e rivolgersi alle autofficine autorizzate o ai Concessionari Maserati Italia, nel caso in cui la propria autovettura corrisponda al modello in questione.


Autore

Potrebbe interessarti...