Piana del Sole dimenticata da Marino: ciò nonostante Roma vuole la Tasi

Il Sindaco di Roma Marino ha ufficiosamente dimentica la povera Piana del Sole, quartiere ubicato nei pressi della Nuova Fiera di Roma.

Il Sindaco di Roma Marino ha ufficiosamente dimentica la povera Piana del Sole, quartiere ubicato nei pressi della Nuova Fiera di Roma e appartenente al Municipio XI, o per meglio dire a nessuno visto che i servizi sono ormai quasi del tutto inesistenti.

Non si tratta del solito discorso contro le istituzioni pubbliche, ree di chiedere tanto e di dare se non proprio nulla, poco, ma di un vero e proprio quartiere quasi del tutto dimenticato, soggetto dell’esperimento mai totalmente riuscito della raccolta differenziata che ha letteralmente lasciato la zona tra i rifiuti, trasformando il quartiere residenziale in quasi una discarica a cielo aperto.

La situazione è dovuta al grande abusivismo edilizio, che non rende possibile una vera e propria utenza dell’AMA, ma questa piega invece di ricadere su coloro che hanno una situazione irregolare ricade anche sugli aventi diritti che non possono godere della pulizia che gli è dovuta essendo cittadini della capitale che pagano regolarmente le tasse sui rifiuti e la famigerata Tasi (nuovo nome dell’Imu sulla prima casa) che dovrebbe garantire alcuni servizi come le strade, le luci e il tagli dell’erba che invece prospera nell’intera zona invadendo a tratti le strade.

Cosa dire poi delle buche? Anche la via principale, Cristoforo Sabbadino, è letteralmente disseminata da buche e offre un manto stradale degno non della capitale d’Italia bensì di qualche Paese in via di Sviluppo, con la sola differenza che nei paesi in via di sviluppo prima o poi si avrà una bella strada, mentre a Piane del Sole si può immaginare un manto stradale ottimale solo nei sogni, mentre la realtà si chiama Tasi, che incombe come una scure e preleva ingenti somme di denaro senza dare nulla in cambio.

Situazione non diversa e rappresentata dall’illuminazione pubblica, sempre pagata con la Tasi, ma quasi del tutto assente e in alcune zone proprio inesistente. Il quartiere di notte e per la sua quasi totalità al buio, un buio così fitto che per chi si muove a piedi è quasi impossibile dirigere il proprio passo.

Sperando in un futuro più roseo rimettiamo nelle mani del lungimirante Marino l’annoso problema.


Autore

Potrebbe interessarti...