Niente animali sotto l’albero di Natale

Arriva il Natale e molti bambini esprimono il desiderio di ricevere in dono un animale ed i genitori, spesso pronti ad assecondarli senza pensare a quali conseguenze...

Gli amici non si comprano. Si amano.

Arriva il Natale e molti bambini esprimono il desiderio di ricevere in dono un animale ed i genitori, spesso pronti ad assecondarli senza pensare a quali conseguenze possa portare un cucciolo in casa. Perchè un cane, un gatto, ma anche un coniglietto o un criceto non sono regali da scegliere a cuor leggero. Un animale da compagnia richiede che gli si dedichi molto tempo e comporta diversi costi che comunque incidono sul bilancio familiare. Prima di acquistarne uno, informatevi scrupolosamente sulle sue necessità e assicuratevi di essere davvero in grado di accudirlo. Non di rado l’entusiasmo dei bambini nei confronti del nuovo “giocattolo a quattro zampe” si affievolisce e la sua cura finisce spesso per gravare completamente sui genitori.

Inoltre, un bimbo non è in grado di assumersi da solo la responsabilità di un animale; la persona che deve rispondere del suo benessere, in ultima istanza, è quella a cui è affidata l’educazione del bambino. Se comunque decidete di accogliere in famiglia un nuovo animale, vi suggeriamo di prendervi un po’ di tempo per sceglierlo. Forse sarebbe opportuno, rileva Giovanni D’Agata presidente dello “Sportello dei Diritti”, prima regalare semplicemente un libro dedicato alla cura dell’animale che desidera. Dopo che il bambino avrà letto il libro e si sarà fatto un’idea delle esigenze dell’animale, scegliete quello giusto in tutta tranquillità ricordando sempre che un animale non è un oggetto e non può essere abbandonato o gettato via quando non vogliamo o non possiamo più permetterci di tenerlo in casa. (comunicato stampa: sportellodeidiritti.org).


Autore

Potrebbe interessarti...