New York, affitti troppo cari

A New York gli affitti sono troppo cari. Fuga dalla città, si spende oltre metà stipendio in affitto. I newyorkesi strozzati dal caro prezzi spendono oltre la...

New York, affitti troppo cari

A New York gli affitti sono troppo cari. Fuga dalla città, si spende oltre metà stipendio in affitto. I newyorkesi strozzati dal caro prezzi spendono oltre la metà del loro reddito in affitto. A rivelarlo è uno studio del sito StreetEasy, il quale afferma che New York ha il costo delle abitazioni più alto al mondo. L’affitto medio mensile è pari a 2.700 dollari e rappresenta il 58% dello stipendio medio. La ricerca mostra un risultato sorprendente: al contrario di quanto ritengono in molti, la situazione peggiore non riguarda il distretto di Manhattan. A pagare la quota più alta è chi vive a Brooklyn, che spende in media il 60% del proprio reddito in affitto.

Al secondo posto i residenti del Bronx (meno abbienti in media), con il 52%, quelli di Manhattan, con il 48%, quelli del Queens, al 41,4%, e di Staten Island, al 30,1%. Nonostante la Grande Mela da sempre sia considerata un “calderone” multiculturale, osserva Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, i dati raccolti dal Census Bureau e dal Mayor’s office of Immigrant Affairs lasciano di stucco. In totale la città ospita 8 milioni di abitanti e il 37% di loro è nato all’estero. Con tutto ciò, l’affitto più costoso del mondo per un bilocale è di New York con 300 mila dollari al mese, 3,6 milioni all’anno. L’attico si trova al numero 20 E della 76esima strada, a Manhattan, ed è poco più di 110 metri quadrati. Le prenotazioni sono numerose.


Autore

Potrebbe interessarti...