Mr Bee Milan quasi fatta. Berlusconi pronto a cedere

Dopo la Roma passata sotto la bandiera a stelle e strisce e l'Inter diventata indonesiana, anche il Milan apre le porte allo 'straniero'

Dopo la Roma passata sotto la bandiera a stelle e strisce e l’Inter diventata indonesiana, anche il Milan apre le porte allo ‘straniero’ e precisamente al gruppo thailandese capeggiato da Mr Bee, che intende prelevare una quota pari al 60% del Milan. Come Moratti prima di lui anche il presidente Silvio non intende vendere totalmente la sua creatura, per la quale ha fatto follie e che ha portato più volte sul tetto d’Europa e del Mondo, bensì vorrebbe cederne solo una parte, rimanendo proprietario, seppur di minoranza, della squadra che ama.

Si parla di una cifra astronomica, ben 500 milioni di euro per il 60% della società rossonera, denaro che i thailandesi hanno messo sul banco senza storcere troppo il naso, desiderosi ad acquistare una grande società che naviga da qualche anno in cattive acque. La risposta spetterà ora a Berlusconi che valuterà con il suo entourage il da farsi.

Il sogno dei tifosi è senza dubbio quello di ritornare a essere protagonisti in italia e in Europa, cosa che non è stata possibile con la gestione Galliani, che pur essendo un ottimo amministratore non può fare miracoli con il

budget striminzito che ha ormai a disposizione, e anche quest’anno nonostante le stelle francesi Menez e Mexes, il Milan non riesce a decollare, forse per colpa del giovane e inesperto tecnico Filippo Inzaghi, o forse per mancanza di giocatori da Milan nei ruoli chiave, quel che è certo è che il Milan che vediamo quest’anno nel nostro campionato è il peggior Milan di sempre, tanto da far rimpiangere anche il tanto odiato Allegri, che sta facendo meraviglie alla Juventus.

Vendere la maggioranza del ‘pacchetto’ Milan agli asiatici potrebbe infatti rappresentare un ottimo modo per capitalizzare e ritornare prepotentemente alla ribalta nel calcio che conta, tenendo il passo di Man Utd, Real, Barcellona, Bayern e PSG in Europa, e di Juventus, Roma e Napoli in Italia.


Autore

Potrebbe interessarti...