Come massimizzare ricavi e biglietti venduti in stadio, cinema, teatri, eventi live e parchi di divertimento

Si tratta del più innovativo modello di vendita nel ticketing, dove i prezzi cambiano in base alla domanda del mercato, ai risultati di vendita e alle oscillazioni di specifiche variabili

Come massimizzare ricavi e biglietti venduti in stadio, cinema, teatri, eventi live e parchi di divertimento

Nasce DynamiTick, la prima società in Italia a fornire soluzioni di ticket pricing dinamico per l’industria sportiva, cinema, teatri, eventi live e parchi di divertimento. Il dynamic pricing è la strutturazione variabile di prezzo, guidata dalla domanda per la massimizzazione dei ricavi e dei biglietti venduti.

Si tratta del più innovativo modello di vendita nel ticketing, dove i prezzi cambiano in base alla domanda del mercato, ai risultati di vendita e alle oscillazioni di specifiche variabili. Negli Stati Uniti e in Inghilterra questo modello è adottato da molte società sportive e dello spettacolo. I San Francisco Giants, nel baseball, hanno avuto un incremento annuo dei ricavi di biglietteria dell’8%, mentre la catena cinematografica AMC, che ha introdotto il sistema ticket pricing variabile per i biglietti venduti on line, ha registrato un aumento delle vendite del 45%.

Quello italiano è un mercato dalle forti potenzialità. Secondo i dati forniti dalla SIAE, nel 2014 l’industria dell’entertainment ha prodotto 4,2 milioni di spettacoli che hanno registrato volume d’affari di 5,7 miliardi di euro pari a 230 milioni di ingressi, ma che vede anche 350 milioni di biglietti invenduti.

Il sistema si basa su algoritmi e ricalca quello già conosciuto ai clienti delle compagnie aeree. DynamiTick ha sviluppato un algoritmo proprietario specifico per l’Italia che nell’elaborazione dei prezzi considera oltre 40 diverse variabili, un numero superiore a quello delle società competitor

straniere.

DynamiTick è una startup italiana fondata da Marco Alò, Milo Corcione, Massimo Dell’Erba e Federico Quarato, quattro giovani imprenditori, tutti al di sotto dei trent’anni, provenienti da esperienze professionali molto differenti e sta svolgendo in queste settimane il percorso di accelerazione in LUISS ENLABS, l’acceleratore capitolino della holding di investimenti LVenture Group, beneficiando di un primo investimento micro seed da 80 mila euro.

Già in fase early stage, Custodi di Successo, uno tra i maggiori network di Business Angels italiani, nato con lo scopo di fornire un sostegno economico ed organizzativo ai nuovi progetti di impresa, ha deciso di entrare nell’azionariato della società rilevando una quota di minoranza.

Lorenzo Ferrara, presidente di CdS Firenze e “Custode” del processo di investimento si è definito soddisfatto dall’accordo raggiunto: “Abbiamo da subito creduto nel progetto Dynamitick perché riteniamo che la loro attività possa portare grande impulso all’industria degli eventi live: superando i problemi strutturali, incrementando i ricavi dalle vendite di biglietti e restituendo al pubblico una maggior percezione di equità nel processo di acquisto. Il cambiamento messo in atto da DynamiTick – conclude Ferrara – è un nuovo caso in cui l’innovazione digitale irrompe in un settore tradizionale”.


Autore

Potrebbe interessarti...