L’uomo e gli acquisti online: un vero Digital Gentleman

Vanitosi e generosi: gli uomini online spendono di più delle donne e comprano, non solo per se stessi, ma per tutta la famiglia

L’uomo e gli acquisti online: un vero Digital Gentleman

Curato, esigente, maturo, ma soprattutto appassionato di shopping online, è il ritratto del nuovo Digital Gentleman, un uomo che ama comprare per sé e per la propria famiglia e che spende di più delle donne. Questo è quello che emerge da una ricerca di vente-privee, pioniere e leader delle vendite-evento online, che ha analizzato i comportamenti di acquisto dei suoi soci uomini.

Come piattaforma privilegiata per i loro acquisti gli uomini eleggono l’online. Internet infatti risulta il luogo ideale per la clientela maschile perché evita lo stress di girare per negozi. Attraverso l’online gli uomini comprano in velocità, e in qualsiasi luogo e momento della giornata. Secondo una ricerca di Survey Lab, il laboratorio europeo di vente-privee, gli uomini hanno dei processi di acquisto più razionali e veloci delle donne: il 74% degli uomini infatti ha affermato di effettuare acquisti in sessioni di shopping molto rapide. Il web inoltre lusinga anche il lato più intraprendente e manageriale dell’uomo che, senza pressioni femminili, riesce a fare acquisti in solitudine e ad avere accesso ad un’offerta illimitata e di qualsiasi categoria merceologica: per il 57% degli uomini europei internet rappresenta un vero e proprio luogo di svago e per il 28% il spazio dove potersi esprimere al meglio.

Il Digital Gentleman: vanitoso, ludico ed esigente

Uomo più attento nelle spese e donna più spendacciona? È storia passata. In base ai dati analizzati da vente-privee gli uomini non solo amano fare shopping, ma spendono online tra il 10% e il 20% in più rispetto alla clientela femminile.

“In Italia vente-privee ha seguito una strategia ben definita rivolgendosi inizialmente alla clientela femminile, per poi differenziare l’offerta orientandola anche verso il mondo maschile, coerentemente con il posizionamento premium del sito.” Afferma Andreas Schmeidler, Country Manager Italia di vente-privee – “Per questo motivo abbiamo sviluppato categorie come vino e gastronomia oltre al comparto uomo che comprende l’abbigliamento, le calzature e gli accessori.” Conclude Schmeidler.

L’interesse dimostrato da vente-privee nei confronti dell’uomo sta registrando risultati positivi e in costante crescita. Nel 2015 in Italia le vendite-evento dedicate all’universo maschile sono infatti aumentate del 40% rispetto al 2014, un dato che sottolinea come, a livello italiano, ci sia un’attenzione sempre maggiore nei confronti del target maschile rispetto a quanto accade nel resto d’Europa. In Italia, oggi, il 33% dei soci iscritti è uomo, il 41% dei quali ha un’età compresa tra i 40 e i 49 anni. Gli uomini soci di vente-privee si rivelano infatti più maturi delle donne che rappresentano circa il 66% della clientela, di cui il 40% nella fascia d’eta tra i 30 e i 39 anni.

I settori più acquistati dagli uomini?

Al primo posto le calzature, seguite dallo sportswear e outdoor, dall’abbigliamento uomo, dal vino e gastronomia e dai prodotti high-tech. Driver fondamentali per l’acquisto sono la marca, la qualità e l’unicità del prodotto, ancora più che il prezzo. Se infatti le donne sembrano esser mosse soprattutto dall’impulso all’acquisto, gli uomini sono alla ricerca del prodotto che hanno in mente, che meglio corrisponde alla loro personalità. Via allora a scarpe di brand emblema dell’artigianalità italiana, ma in varianti inusuali, a bottiglie di vino ricercate e di nicchia così come ad accessori e abiti di alta qualità.

“Per quanto riguarda settori come lo sportswear e l’outdoor il pubblico maschile che acquista su vente-privee è composto da appassionati ed esperti che ricercano online le ultime novità e che trovano in

vente-privee un sito su cui fare affidamento per gli acquisti.” – Commenta Andreas Schmeidler – “Anche il settore del vino, lanciato in Italia nel 2012, ha raggiunto in pochi anni risultati eccezionali poiché la nostra collaborazione con i migliori produttiori ha creato un’offerta inedita per lo scenario Italiano, molto apprezzata dai clienti uomini” commenta Schmeidler.

Il Digital Gentleman compra per sé e per la propria famiglia

L’aspetto ludico dello shopping al maschile non viene tralasciato anche quando si tratta di fare acquisti per la propria famiglia.  Dai dati analizzati da vente-privee, tra le categorie maggiormente scelte dagli uomini online per i regali, si posiziona al primo posto l’abbigliamento donna, seguito dall’abbigliamento e dagli accessori per bambino, dalla lingerie donna e dai gioielli.

Anche per i regali, il Digital Gentleman non abbandona il piacere dello shopping e opta per prodotti e accessori ricercati, unici e sempre attuali. I papà inoltre danno libero sfogo alla propria creatività quando si tratta di acquistare regali o abbigliamento per i figli, arrivando spesso a comprare prodotti in coordinato padre-figlio secondo le ultime tendenze moda.

Device e velocità d’acquisto: l’uomo sempre più multicanale

Anche nella velocità d’acquisto e nei device preferiti, gli uomini e le donne presentano caratteristiche diverse: se le donne si dimostrano più riflessive, gli uomini presentano una maggiore velocità in fase d’acquisto che porta alla creazione di carrelli compositi associando prodotti per sé a regali per la propria famiglia.

“L’uomo oggi è un cliente multicanale ed esigente che ricerca prodotti di qualità. Di vente-privee apprezza la varietà dell’offerta e l’opportunità di poter acquistare prodotti di marca non solo per sé ma anche per la famiglia: sceglie e riceve comodamente dove desidera abbigliamento, vini e gastronomia, ed acquista in tutta comodità anche prodotti per il suo tempo libero.” Conclude Schmeidler.

Tra i dispositivi scelti gli uomini presentano una predilezione per il tablet: la ricerca infatti rivela che i soci del sito sono in realtà acquirenti multicanale che fanno acquisti in mobilità con maggiori picchi nelle ore serali, dalle ore 21 alle ore 23. Una tendenza, quella alla propensione per il mobile commerce, che vente-privee ha individuato fin dal 2010, anno in cui è stata lanciata la prima app. Oggi per vente-privee oltre il 75% del traffico e il 50% del fatturato sono generati proprio da dispositivi mobili.


Autore

Potrebbe interessarti...