Italia Australia 2006: 1-0 gol di Totti su rigore al 94′, Craig Moore ritiene che è stata una partita truccata

Era il 2006 e l’Italia si risvegliaava dall’incubo della calciopoli nazionale grazie alla vittoria dello storico quarto mondiale con Lippi in Germania....

FOTO Fabio Grosso | Italia Australia 2006: 1-0 gol di Totti su rigore al 94', Craig Moore ritiene che è stata una partita truccata

Era il 2006 e l’Italia si risvegliaava dall’incubo della calciopoli nazionale grazie alla vittoria dello storico quarto mondiale con Lippi in Germania. Oggi pero’ Craig Moore, giocatore della nazionale australiana, ha lanciato l’ipotesi secondo cui la corruzione nella FIFA potrebbe aver giocato un ruolo nella controversa uscita della sua nazionale dalla Coppa del Mondo del 2006 in Germania.

Non una voce qualunque, quella di Moore, che è stato capitano della nazionale ed ha condiviso questa idea con i suoi 46mila followers su Twitter nella giornata di sabato. A seguito delle accuse di corruzione mosse all’interno delle varie correnti nei massimi organi di governo del calcio, Moore avrebbe sospettato che azioni fuori campo avrebbero potuto anche influenzare quello che stava accadendo nelle arene di Germania 2006.

L’Australia era stata eliminata dal torneo dopo aver perso contro la nostra nazionale per 1-0 nella gara dei sedicesimi di finale a causa di un calcio di rigore.

concesso al 93′ per un caduta in area di Fabio Grosso, che già all’epoca molti avevano bollato come dubbio. La fredda trasformazione di Francesco Totti dal dischetto, poi, lanciava la nazionale italiana di calcio verso la vittoria di una straordinaria Coppa del Mondo nella storica finale di Berlino.

Certo è che, rivedendo le immagini di Italia-Australia ed alla luce delle inchiesta dell’FBI che ha portato all’arresto di numerosi dirigenti FIFA, viene seriamente da pensare alla regolarita’ dell’arbitraggio. Come quando ci sentimmo beffati dallo scandaloso arbitraggio dello sconosciuto Byron Moreno nell’infausto mondiale di Giappone e Corea del Sud di quattro anni prima.


Autore

Potrebbe interessarti...