Francia: le poste con i droni

FRANCIA – Le Poste francesi provano i droni per consegnare i pacchetti in zone isolate o nelle aree colpite dal maltempo. Riceviamo e pubblichiamo. Per ora,...

FRANCIA – Le Poste francesi provano i droni per consegnare i pacchetti in zone isolate o nelle aree colpite dal maltempo. Riceviamo e pubblichiamo.

Per ora, sono solo in fase di test, ma la consegna di pacchi per via aerea potrebbe presto diventare una realtà. In combinazione con l’azienda Atechsys, Geopost una controllata delle Poste nazionali francesi, ha affermato che sono stati superati con successo i test con un prototipo di drone con sei motori. E “nel sito del Centro per gli studi e test per i modelli indipendenti” con sede a Pourrières nel Var, è stato sperimentato un drone che in grado di portare avanti un pacco di quattro kilogrammi e di grandi dimensioni (40 cm x 30 x 20 cm), entro un raggio di ben 20 chilometri. Il primo test che ha inviato la sonda ad una distanza di 1200 metri per una consegna di un pacchetto di 2 kg ha avuto successo.

L’idea di un prototipo di sei motori è stata una buona scelta secondo Matin Kasbari Mustafa, capo dell’Atechsys che ha rilevato “a differenza di alcuni concorrenti che utilizzano quattro motori, la nostra opzione di consegna, anche se in caso di guasto di un motore “.

“Con un drone, sarà possibile consegnare i prodotti farmaceutici molto rapidamente in un ospedale. Si potrà consegnare beni di prima necessità in una zona colpita dal maltempo”, dice Mustafa Kasbari. “La Poste” potrebbe anche usare i droni per trasportare i pacchetti ad abitazioni isolate, anche se la legge francese vieta per il momento ai droni commerciali il sorvolo di aree popolate.

L’azienda Atechsys ha invitato alla prudenza in quanto il dispositivo deve ancora essere testato più volte, in particolare per verificare la resistenza e la forza. Un’idea innovativa e che per Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, potrebbe essere l'”uovo di colombo” per un utilizzo serio e con finalità economico-sociale di questi apparecchi che si stanno diffondendo in ogni dove.


Autore

Potrebbe interessarti...