DiMartedì: Maurizio Crozza e le dimissioni di Napolitano -Video

TELEVISIONE - Il video della copertina di Maurizio Crozza a "DiMartedì" dell'11 novembre 2014. Tema principale dell'intervento le dimissioni di Napolitano.

DiMartedì

TELEVISIONE – Solo pochi giorni fa il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha ribadito la sua decisione di voler lasciare il Quirinale dopo 8 anni di presidenza. Ed è proprio da qui che parte la consueta copertina satirica di Maurizio Crozza a DiMartedì di oggi 11 novembre.

Il comico ha aperto il suo intervento con un appello piuttosto particolare al Capo dell Stato: “Presidente, lei ha detto che se ne sarebbe andato solamente dopo la legge elettorale, le riforme costituzionali e il risanamento economico. Guardi che qui non è stato fatto ancora un c….!“. Crozza poi ironizza sul fatto che Napolitano è in politica da quasi sessant’anni e che quindi “la sua liquidazione vale mezzo PIL, se si ritira facciamo la fine della Grecia“.

In seguito il comico suggerisce a Napolitano di farsi ibernare fino a quando non sarà fatta la legge elettorale. Peccato che, secondo Crozza, il Presidente si risveglierebbe nel 4014 in un futuro in cui l’umanità si è estinta e il mondo è popolato da robot.

Dopo aver chiuso il discorso riguardante Napolitano il comico ha parlato della rottura del Patto del Nazareno tra Renzi e Berlusconi e si è concesso una imitazione di Brunetta.

Particolarmente efficace la chiusura della copertina, dedicata al 25esimo anniversario della caduta del muro di Berlino: “Il muro ha tenuto separato l’Europa per 28 anni, se l’avessero costruito allo stesso modo in cui hanno costruito gli argini a Carrara la Germania si sarebbe riunita al primo temporale“. Una frase con chiaro riferimento alle alluvioni che in questi giorni stanno colpendo la Liguria e la Toscana.

Nel riquadro il video della copertina di Maurizio Crozza a DiMartedì di oggi martedì 11 novembre 2014.


Autore

Potrebbe interessarti...