DiMartedì: Maurizio Crozza e il disegno Spacca Italia – Video

TELEVISIONE - La copertina di Maurizio Crozza a DiMartedì del 4 novembre 2014. Imitazioni di Matteo Renzi e Pierluigi Bersani.

DiMartedì

TELEVISIONE – E’ un Maurizio Crozza in formato Renzi quello che ha introdotto la puntata di “DiMartedì” con la consueta copertina satirica.

Nella puntata di oggi martedì 4 novembre il comico si è presentato imitando il premier, intento a colorare su un foglio. Poco dopo il premier spiega: “Sto colorando il disegno per spaccare il Paese“, e girando il foglio lascia intravedere un gufo somigliante a Maurizio Landini. Il finto premier si lascia intervistare da Andrea Zalone ma poi sbotta quando questi lo definisce “segretario del principale partito italiano di sinistra!“. Crozza-Renzi non ci sta e abbandona lo studio: “Io non l’ho offesa! Lei mi insulta ed io me ne vado“.

Smessi i panni di Matteo Renzi il comico continua a prendere di mira il Presidente del Consiglio che, a suo dire, avrebbe paura dei sindacati.

Cavolo, è come se Superman avesse paura di dormire senza la luce accesa!“. In seguito Crozza ironizza sulla trattativa Stato-Mafia: “ora la mafia non ce la fa più a stare al passo con lo Stato!“.

Crozza spiega che in fondo “Renzi è un bravo ragazzo, sono le compagnie come Berlusconi e Verdini lo hanno rovinato“. Il comico dice la sua anche sul finanziere Davide Serra, recentemente iscrittosi al PD. “Serra è quello che ha detto che bisogna limitare il diritto di sciopero! Nemmeno Almirante avrebbe detto una cosa del genere, perfino Gasparri è più di destra di lui!“. La chiusura della copertina è dedicata all’imitazione di Pierluigi Bersani.

Qui il video della copertina di Maurizio Crozza a “DiMartedì” di oggi martedì 4 novembre 2014.


Autore

Potrebbe interessarti...