DiMartedì: la copertina di Maurizio Crozza di martedì 12 maggio – Video

TELEVISIONE - Il disastro di Forza Italia in Trentino, Salvini, Alfano e Renzi nel mirino di Crozza nella copertina di "DiMartedì" del 12 maggio 2015.

TELEVISIONE – Appena due giorni dopo le elezioni amministrative, Maurizio Crozza non perde l’occasione di esprimere il suo punto di vista nella tradizionale copertina satirica a “DiMartedì“.

Nella puntata di martedì 12 maggio il comico prende di mira il risultato disastroso di Forza Italia, uscita con le ossa rotte dal confronto. “Forza Italia a Bolzano è passata dal 22% al 4%, chissà che campagna ha fatto Berlusconi. Nemmeno se vai a Bolzano a gridare ‘Bolzano merda’ ottieni questi risultati!” è il pensiero di Crozza, che poi definisce l’ex premier come “spalla di Apicella“.

Dopo Berlusconi è il turno di Matteo Salvini, portato in trionfo dai fasciti e paragonato niente meno che a Francesco Totti. “Sono simili: uno fa impazzire le curve con palle imprevedibile, l’altro è un calciatore.

Uno è famoso per le punizioni sul campo della Roma, l’altro per quelle nei campi rom“, dice Crozza.

Nel mirino del comico anche Angelino Alfano, reo di aver detto che i migranti devono lavorare gratis. Questa frase ha scatenato l’ennesima richiesta dimissioni del ministro, una cosa ormai abituale. “Nemmeno nella Louisiana dell’800 la pensavano così! Perfino Salvini ha difeso i migranti, un po’ come vedere Giovanardi che fa il paggetto al matrimonio di Elton John!“. Le frecciate di Crozza colpiscono anche il premier Matteo Renzi, nell’occhio del ciclone per alcuni candidati “impresentabili” nelle liste del PD.

Sotto, il video completo della copertina di Maurizio Crozza a “DiMartedì” del 12 maggio 2015.


Autore

Potrebbe interessarti...