DiMartedì: la copertina di Maurizio Crozza del 5 maggio – Video

Matteo Orfini, Fornero, Renzi e l'Italicum nel mirino di Maurizio Crozza a "DiMartedì". Guarda la copertina di martedì 5 maggio 2015.

TELEVISIONE – Puntuale come ogni settimana l’appuntamento con la satira pungente di Maurizio Crozza nella copertina di “DiMartedì“, talk show condotto su La7 da Giovanni Floris.

Nella puntata di martedi 5 maggio il comico parte prendendo di mira Matteo Orfini, secondo il quale di recente nei governi tecnici c’è stata una discreta quantita di “pippe”. Secondo Crozza, l’esponente PD si riferisce in particolar modo alla Fornero e attacca: “Orfini si stava riferendo alla Fornero? Ci sarà un buco da 12 miliardi, piuttosto la chiamerei regina galattica dell’onanismo pensionistico alla brutto Giuda!”.

 

In un anno e mezzo, l’ex ministro avrebbe fatto circa 700 milioni di danno al mese. “Son danni che non avrebbe fatto nemmeno se fosse entrata in Parlamento con una mandria di bufali!“, dice Crozza. In seguito il comico si lascia andare ad una riflessione: “‘Prima chiami i tecnici perché i politici son pippe, poi chiami i politici perché i tecnici son pippe: per forza Renzi ci sembra un gigante, siamo diventati ciechi a forza di pippe”. Nel mirino del comico anche la nuova legge elettorale, l’Italicum, Jobs Act ed Expo.

Nel riquadro sottostante è possibile vedere la copertina completa di Maurizio Crozza a “DiMartedì” del 5 maggio 2015.


Autore

Potrebbe interessarti...