Dall’infertilità alla gravidanza: nel 2015 più di 320 bambini nati con ProCrea

Quanti sogni è possibile coronare in un anno? Difficile dirlo. Il centro per la fertilità ProCrea nel 2015 è arrivato a 322. Tanti sono i bambini nati da coppie...

Quanti sogni è possibile coronare in un anno? Difficile dirlo. Il centro per la fertilità ProCrea nel 2015 è arrivato a 322. Tanti sono i bambini nati da coppie con problemi di infertilità grazie alle terapie e ai percorsi dedicati. Di questi, quasi 260 sono italiani. I restanti sono per lo più svizzeri, ma non mancano tedeschi, francesi, russi e persino arabi. «Considerando anche le gravidanze in corso i cui termini sono previsti entro il 2015 dovremmo arrivare a quasi un bambino nato per ogni giorno dell’anno», afferma dalla sede di Lugano, in Svizzera, Michael Jemec specialista in Medicina della riproduzione di ProCrea. «Più che un risultato statistico, la soddisfazione di aver contribuito alla gioia di molte coppie alla ricerca di un figlio».

Una gioia che, per chi ha problemi di infertilità, è spesso inattesa. Il cammino verso la maternità non è per tutti semplice: Quello che per alcune coppie rappresenta un normale sbocco di una vita affettiva, per altre diventa un percorso ad ostacoli. L’Organizzazione Mondiale della Sanità stima che quasi una coppia su sei – circa il 15% delle coppie in età fertile – abbia problemi di infertilità, ovvero non arrivi ad un concepimento dopo un anno di rapporti liberi non protetti.

«Per queste coppie il cammino verso la maternità è fatto di alti e bassi, di ostacoli che sembrano insormontabili, grandi speranze e infinite attese.

È fatto di forza di volontà, di desiderio, di sofferenze e, anche, di un pizzico di ostinazione. Ma alla fine, quando arriva la gravidanza passa tutto in secondo piano», aggiunge Jemec. «Di infertilità si parla ancora troppo poco – aggiunge Jemec -. Troppe persone scoprono di avere dei problemi solamente nel momento in cui vanno alla ricerca di un figlio. L’importante è non scoraggiarsi e affrontare questi problemi nel modo più corretto».

I 322 sogni che ProCrea ha realizzato nel 2015 assumono una luce particolare alla vigilia delle feste natalizie. «La passione per la vita è l’elemento attorno al quale si radunano la coppia, lo staff del centro e le più moderne tecniche medico-scientifiche. Il desiderio di un figlio è il punto di partenza nel quale trovare le giuste risposte alle singole difficoltà perché non ci sono termini di paragone per descrivere la gioia di una vita che nasce. Il nostro obiettivo è fare in modo che ogni giorno dell’anno possa essere Natale. E per il 2015 ci siamo quasi riusciti».


Autore

Potrebbe interessarti...