Conti dormienti in Svizzera: un anno di tempo per reclamarli

Gli eredi o chi presume di avanzare diritti sui conti dormienti avranno un anno di tempo per giustificare i propri interessi.

Conti dormienti in Svizzera: un anno di tempo per reclamarli

Conti dormienti in Svizzera: pronto un sito dall’Associazione svizzera dei banchieri (ASB) per trovare i soldi dei risparmiatori ed anche verificare l’esistenza di vecchi capitali illeciti “dimenticati”. Riceviamo e pubblichiamo.

A breve potrebbe essere messo in rete un sito internet sul quale dovrebbero essere pubblicate le generalità dei detentori di conti inattivi da 60 e più anni nelle banche svizzere. Gli eredi o chi presume di avanzare diritti sui conti dormienti avranno un anno di tempo per giustificare i propri interessi.

Al termine di questo periodo se nessuno avrà reclamato gli averi in giacenza, i fondi finiranno nelle casse della Confederazione con buon pace per chi potrebbe avanzare in futuro pretese.

La piattaforma, che dovrebbe essere attiva entro fine anno, è promossa dall’Associazione svizzera dei banchieri (ASB). A confermarlo un portavoce della stessa associazione dei banchieri come riportato sulla stampa elvetica.Una notizia importante che potrebbe riguardare anche migliaia di italiani ed i loro eredi che hanno ignorato l’esistenza di depositi oltre confine, ma che proprio per questo, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, potrebbe essere anche un modo per verificare l’esistenza di vecchi capitali illeciti “dimenticati”.


Autore

Potrebbe interessarti...