Confederations Cup: Italia terza, Uruguay battuto ai rigori – Video

CONFEDERATIONS CUP – Sono ancora i calci di rigore a decidere il destino degli azzurri nella Confederations Cup 2013. Dopo la delusione patita con la Spagna...

Confederations Cup: Italia terza,Uruguay battuto ai rigori

CONFEDERATIONS CUP – Sono ancora i calci di rigore a decidere il destino degli azzurri nella Confederations Cup 2013. Dopo la delusione patita con la Spagna gli uomini di Prandelli riescono stavolta ad avere la meglio sull’Uruguay vincendo per  5-4 e aggiudicandosi il terzo posto.

Eroe di giornata è Gigi Buffon, che nella lotteria dei rigori neutralizza i tiri di Forlan, Caceres e Gargano dando agli azzurri la vittoria. I tempi regolamentari si sono chiusi sul 2-2 per effetto delle reti di Astori, Diamanti e Cavani (2).

La nostra Nazionale gioca meglio nel primo tempo e apre le marcature al 24′ quando una punizione di Diamanti dalla destra si stampa sul pallo e rimpalla su Muslera avviandosi verso la rete. Prima che la palla passi la linea interviene Astori che mette la sfera nel sacco e sigla il suo primo gol in Nazionale. L’Italia sfiora anche il raddoppio sul finale del primo tempo ma il tiro di El Shaarawy viene respinto sulla linea da Godin con Muslera ormai battuto.

Nella ripresa gli azzurri sembrano accusare la fatica della semifinale e subiscono una parziale reazione sudamericana. A innescare il pareggio è però un errore di Maggio a centrocampo che favorisce il contropiede uruguagio. Gargano serve Cavani, che di destro beffa Buffon e sigla il pareggio. E’ il 58′ e tutto è da rifare, ma la “Celeste” sembra avere più spinta e rischia di andare in vantaggio con Forlan, ma Buffon compie due interventi miracolosi salvando il risultato.

Col passare dei minuti gli azzurri si riprendono e al 73′ passano di nuovo in vantaggio grazie a Diamanti.

Il fantasista del Bologna batte una splendida punizione sulla quale Muslera non può fare nulla e porta il risultato sul 2-1. Una situazione che dura poco perchè Cavani dopo soli cinque minuti replica di nuovo su punizione, siglando il definitivo 2-2 che porta le squadre ai supplementari. Nell’extra time l’Italia perde anche Montolivo, espulso per somma di ammonizioni, e subisce l’iniziativa dell‘Uruguay che però non crea grandissimi pericoli. La contesa si decide ai rigori, la più atroce delle lotterie.

Stavolta però gli azzurri hanno Buffon in versione Superman che mette subito le cose in chiaro parando il rigore di Forlan. In seguito segnano Aquilani, Cavani, El Shaarawy e Suarez. L’errore di De Sciglio riporta la situazione in parità ma Buffon para di nuovo su Caceres, dando l’opportunità del vantaggio a Giaccherini che non sbaglia. L’ultimo rigorista dell’Uruguay è Gargano, il cui tiro finisce nuovamente tra le mani del portierone azzurro. L’Italia si aggiudica così il terzo posto, con la consapevolezza di poter ritornare qui il prossimo anno e giocare per qualcosa di più importante. Peccato aver mancato la finale al Maracanà, ma ci si può sempre rifare la prossima estate, rigori permettendo. Questa sera la finale sarà Brasile-Spagna, un match stellare che mette di fronte due grandi favorite per la prossima manifestazione iridata.

http://www.youtube.com/watch?v=NWUSWR4Nte4


Autore

Potrebbe interessarti...