Champions League: Bayern campione d’Europa, Robben stende il Borussia – Video

CHAMPIONS LEAGUE – Dopo tanta attesa arriva finalmente il trionfo per il Bayern Monaco, che battendo 2-1 il Borussia Dortmund nella finale di Wembley si...

Bayern Monaco campione d'Europa

CHAMPIONS LEAGUE – Dopo tanta attesa arriva finalmente il trionfo per il Bayern Monaco, che battendo 2-1 il Borussia Dortmund nella finale di Wembley si laurea campione d’Europa per la quinta volta nella sua storia.

Dopo la cocente delusione del 2012, quando i bavaresi furono sconfitti ai rigori dal Chelsea nella finale casalinga dell’Allianz Arena, la squadra di Jupp Heynckes raggiunge finalmente l’obiettivo più ambito. Una serata da incorniciare, soprattutto per Arjen Robben, autore del gol decisivo a due minuti della fine. Un gol che lo ripaga delle delusioni avute nelle due precedenti finali di Champions disputate, condite da errori decisivi e da appuntamenti mancati con la gloria. Il rigore sbagliato nei supplementari della sfida contro il Chelsea pesava come un macigno sul talentuoso olandese, costretto ad una carriera da perdente fino questa magica serata di Wembley. Bello a vedersi l’olandese, ma poi perde le finali. Al minuto 88 della sfida di Londra la storia è cambiata per sempre: Robben spinge le sue delusioni in fondo alla rete e porta il Bayern sul tetto d’Europa.

Il Borussia si è dimostrato un grande avversario, capace di schiacciare i bavaresi nel primo tempo. Grande il portiere Neuer, che nel primo quarto d’ora salva la porta del Bayern dalle bordate di Lewandowski e di Blaszczykowski. Per tutta la prima metà del primo tempo i gialloneri comandano il match, ma sul finale della frazione i bavaresi si mettono in moto e creano due pericoli con Mandzukic e Robben.

Nel secondo tempo è il Bayern a partire meglio, e il Borussia sembra invece spento rispetto al vivace primo tempo. Al 60′ la squadra di Heynckes passa in vantaggio con Mandzukic, abile a sfruttare un meraviglioso assist di Robben e battere a colpo sicuro. La partite sembra essere in discesa per il Bayern, ma già al 68′ il Borussia trova il pareggio grazie ad un rigore concesso da Rizzoli per un fallo di Dante su Reus. Dal dischetto Gundogan spiazza Neuer e sigla l’1-1.

Il pareggio appena subito è come un ricostituente per il Bayern, che comincia a prendere il sopravvento in ogni zona del campo e viaggia a un ritmo forsennato. Il Borussia è alle corde,forse con la testa già ai supplementari. Ma a due minuti dalla fine arriva la magia della premiata ditta Ribery-Robben. Il francese libera il compagno di tacco, Robben si infila in area con un tocco di sinistro manda la palla alle spalle di Weidenfeller. E’ il gol che vale il 2-1 e la quinta Champions League per il Bayern Monaco, il gol che vale il riscatto per Robben, troppo spesso in lacrime al termine di una finale. Questa volta per lui e i suoi compagni le lacrime non mancano, ma il dolore delle sconfitte precedenti  lascia il posto alla gioia sportiva più grande di una intera carriera.

http://www.youtube.com/watch?v=uUapM3tFypU


Autore

Potrebbe interessarti...