Notizie Fresche

Carte da Parati, che passione! Ma come usarle?

La carta da parati è fra gli elementi decorativi più interessanti per completare, rivestire e personalizzare tutti gli ambienti della casa. Fantasiosa, esuberante e magnetica, ruba la scena ai complementi d’arredo diventando la protagonista di qualsiasi stanza, ovunque essa venga collocata.

Dal bagno alla cucina, passando per la camera da letto e, ovviamente, per il soggiorno, ogni spazio può essere rinnovato grazie all’utilizzo di pattern e decori dai colori e dalle fantasie più disparate. Facilmente lavabili, pratiche e resistenti all’acqua, sono inoltre un intervento alla portata di tutte le tasche e facilmente rimovibile quando si ha voglia di qualcosa di nuovo.

Houzz Inc, la piattaforma online leader nella ristrutturazione e nel design, ha individuato le 7 soluzioni che meglio possono caratterizzare e completare gli ambienti grazie alla versatilità della carta da parati. Inoltre, sulla directory di Houzz puoi trovare i professionisti disponibili nella tua zona per un’applicazione perfetta della carta da parati che hai scelto. La rivoluzione della tua stanza è più vicina di quanto tu possa pensare.

Una via di mezzo

Per chi non vuole strafare, un’opzione potrebbe essere quella di sperimentare la carta da parati a mezza altezza, da abbinare a delle piastrelle in bagno o cucina o, in altre stanze della casa, ad una semplice pittura a tinta unita. Oppure, ormai super comune tra la community di Houzz, la scelta di applicare la carta solo su una parete, normalmente quella meglio in vista: la scelta cade sulla parete frontale rispetto ad una porta o su una parete piccola sui cui osare lasciando il resto della casa al suo mood minimal rilassato. Questa è sicuramente l’occasione per osare con un motivo deciso, in grado di giocare di contrasto con il resto delle pareti a tinta unita. Il disegno floreale o quello tropicale, con il suo melting pot di colori vivaci, può donare alla parete un effetto impagabile.

Sì ma non troppo

Non è necessario rivestire grandi superfici per ottenere un effetto wow. Secondo i professionisti di Houzz, applicare una sola striscia di carta da parati in corrispondenza di una nicchia o di una zona studio che si vuole evidenziare in un open space non è affatto una scelta banale, e può conferire originalità e nuovo carattere ad una stanza. Molti progetti portati a termine dalla community di Houzz mostrano inoltre la carta applicata in continua anche al soffitto. Oppure, in molti utilizzano la carta da parati per foderare la stretta striscia di parete in alto, a pochi centimetri dal soffitto, un dettaglio che crea decisamente atmosfera. Anche in questi casi, osare con dei colori forti e scuri in stile “romantico tenebroso” fa davvero la differenza.

Le moderne piastrelle

Archiviate quelle composte da materiali vulnerabili all’acqua, si aprono per le carte da parati nuove utilizzi. Eccole quindi comparire in cucina o nel bagno al posto di paraschizzi o delle più comuni mattonelle. Offrendo un ventaglio di scelta pressoché infinito, sono perfette per questo utilizzo perchè creano un meraviglioso contrasto con il piano cucina o i sanitari. Non è un caso che i professionisti di Houzz utilizzino in questi ambienti di dimensioni ridotte carta da parati dai colori sgargianti a contrasto ad esempio con una cucina candida o con grandi forme geometriche, per spazzare via la noia in un ambiente come la cucina, il lavello e il bancone in cui prevalgono in genere esigenze di facilità di pulizia.

Due spazi in uno

In case non molto ampie, la carta da parati, se inserita in maniera strategica, può diventare uno strumento ideale per aumentare visivamente le dimensioni tanto che i professionisti di Houzz la utilizzano spesso per dilatare lo spazio e impreziosire nicchie. Le abitazioni contemporanee inoltre, prediligono l’ambiente unico in cui si svolgono differenti funzioni. In questi casi, la carta da parati può essere utilizzata per ridisegnare e ridefinire un angolo adibito ad altre attività, uno studio, una zona trucco o anche un’area gioco. Per questo tipo di obiettivo, i disegni dal tocco orientale, con i deliziosi dettagli che li caratterizzano e i colori caldi e distesi, sono perfetti sia a piena parete, sia per delimitare una zona e creare uno stacco con gli altri muri.

Vintage boiserie o pattern di contrasto

Più d’impatto, e non per tutti, può essere la scelta di optare per una parete di perlinato a metà da sormontare con una carta da parati importante. Per una soluzione di questo tipo la scelta del pattern jungalow può essere l’ideale per modernizzare qualsiasi ambiente e dare allo stesso tempo quell’effetto un po’ vintage o un po’ da casa di campagna. In alternativa, un gioco meno convenzionale e più originale che vediamo in molti progetti ultimati sulla piattaforma Houzz, è la versione che mischia metà di una superficie molto colorata e con un pattern a tinta unita, ad esempio rossa, a un’altra metà con carta da parati black & white con disegni stilizzati o grafiche minimal.

Uno sguardo verso l’alto

Ardita, ma molto particolare, la scelta di utilizzare la carta da parati non per le pareti, ma per decorare il soffitto. In questo caso, i professionisti di Houzz consigliano di puntare su qualcosa di etereo e dai colori non troppo accesi, come per esempio motivi ispirati alla natura, delicati disegni floreali o piccole forme geometriche e stilizzate, avendo però grande cura nel lasciare tinta unita le pareti. Oppure, se lo spazio è più ampio, si può puntare su una soluzione geometrica da coordinare a pareti e pavimenti.

Nuova vita ai mobili

Ma chi ha detto che la carta da parati si può utilizzare solo sui muri? Questo tipo di rivestimento si presta molto bene anche alle superfici dei mobili, che improvvisamente beneficiano di un’iniezione di personalità che resta pur sempre reversibile. In molte foto presenti sulla piattaforma Houzz si nota come le soluzioni per dare nuova vita agli ambienti utilizzando scarti o rimanenze di carte da parati siano infinite. Ad esempio, la decorazione delle pareti di fondo di mensole e scaffali è un ottimo suggerimento per dare un tocco in più ad un angolo di casa altrimenti anonimo. Invece, per chi ama la carta da parati ma per vari motivi non può inserirle in casa, un ottimo surrogato, è dato dai pannelli decorativi. Su Houzz li vediamo realizzati in varie misure e posti sopra il divano o una consolle, come dei quadri.