Benitez re di Napoli

Insuperabile in Europa League, dove è riuscito a schiantare la corazzata Wolfsburg che aveva letteralmente falciato l'Inter di Mancini, Benitez risale con il suo Napoli anche in campionato, stanziandosi a soli 3 punti dalla sorprendete Lazio, e quindi dal secondo posto in campionato che significa Champions League diretta.

Insuperabile in Europa League, dove è riuscito a schiantare la corazzata Wolfsburg che aveva letteralmente falciato l’Inter di Mancini, Benitez risale con il suo Napoli anche in campionato, stanziandosi a soli 3 punti dalla sorprendete Lazio, e quindi dal secondo posto in campionato che significa Champions League diretta.

Spesso deriso e annoverato come non all’altezza, non solo al Napoli ma anche all’Inter e al Chelsea, l’allenatore spagnolo ha sempre dimostrato grande carattere e carisma, facendosi scivolare addosso le accuse e rispondendo a tono (anche allo stesso Moratti), e soprattutto vincendo trofei, tanti trofei, un’enormità di trofei.

Quest’anno si avvia verso la vittoria dell’Europa League, dove dovrà vedersela con Dnipro, Fiorentina e Sevilla,  e verso l’accesso diretto in Champions, l’anno scorso ha portato il Napoli alla vittoria della Coppa Italia, nonché in Champions League e alla vittoria della Supercoppa Italiana ai danni della famigerata Juventus, risultati del tutto ottimali se si pensa che il Napoli non era più protagonisti in Italia e soprattutto in Europa da

anni.

Che dire del Chelsea? Quasi odiato da tifosi e dirigenza, con una squadra tutt’altro che imbattibile riuscì a portare a casa l’Europa League, donando al club londinese il suo ennesimo trofeo. Lo stesso si può dire nella sua breve esperienza nell’Inter di Moratti. Mai amato, ne sostenuto, da una società che ancora rimpiangeva Mourinho, in soli sei mesi portò l’Inter a vincere la Supercoppa Italiana e soprattutto la Coppa del Mondo per club, nonché avviò la squadra verso la vittoria finale della Cappa Italia, vinta poi sotto la gestione del brasiliano Leonardo.

Amato e vittorioso nella sua esperienza a Liverpool, dove vinse la Champions League nel 2005, e a Valencia, dove vinse due campionati spagnoli rompendo l’egemonia stellare di Barcellona e Real Madrid e portandosi alla ribalta del calcio internazionale.

Per chi ancora dice che Benitez è un allenatore mediocre, forse dovrebbe prima leggere la sua biografia e esaminare i suoi trionfi.


Autore

Potrebbe interessarti...